Caro navigatore che hai avuto l'incredibile fortuna di far naufragio sul mio blog, sei il benvenuto. Questo blog e’ qui per raccontarti un po’ di me attraverso la passione che ho per il cinema ed in particolare per quello amatoriale di viaggio. Non che mi aspetti che la cosa sia di alcun interesse per chiunque non mi conosca gia’. Condividere la nostra esperienza, significa offrire ad altri la possibilità di conoscerci così come noi ci percepiamo riscoprendo il nostro valore. Ci permette inoltre di trovare cose comuni e punti di contatto sentendosi così vicini e sviluppando sentimenti di unione. Il filmmaker è colui che realizza un corto, un documentario, uno spot pubblicitario, oppure realizza un prodotto audiovisivo curando tutte le fasi della realizzazione, dalla progettazione alla sceneggiatura, alle riprese, al montaggio. Una delle più importanti scoperte che feci ancora all'epoca in cui frequentavo le superiori è che il film è il più potente mezzo di comunicazione personale esistente sul pianeta. Nella propria tavolozza creativa, il film dà spazio a tutte le arti come fossero colori ben distinti: fotografia, musica, grafica, scrittura, belle arti, illustrazione, studi visivi e critici ecc. Il modo in cui un filmmaker miscela questi colori gli consente di imprimervi la propria firma, unica come la sua impronta.


Informazioni personali

Le mie foto
Busto Arsizio, Varese, Italy
Bolognese d'origine, trapiantato in Lombardia . Tra me ed i miei interessi c'è una correlazione talmente stretta che non saprei dire dove finiscano gli uni e cominci io o viceversa. Tra questi interessi prediligo la settima arte, mi piace un sacco imprimere in una ripresa un’azione, un momento di vita, quello che il mondo ci offre di bello e di brutto; diceva François Truffaut « Fare un film significa migliorare la vita, sistemarla a modo proprio, significa prolungare i giochi dell'infanzia »

martedì 10 maggio 2016

ROMA - 4 Chiese del Celio


Le 4 Chiese rappresentate dal filmato fanno parte di un itinerario che partendo dal Colosseo raggiunge la Chiesa di Santa Croce in Gerusalemme. Si prende la Via Claudia  all'incrocio con Via San Paolo della Croce si gira a destra e si raggiunge dapprima la Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo, e poi la Chiesa di San Gregorio Magno. Ritornando indietro sulla Via Claudia e proseguendo a destra ci si trova davanti alla Chiesa di Santa Maria in Domnica. Più avanti, girando a destra in Viale Nilde Iotti si raggiunge Villa Celimontana, il parco pubblico di Roma ricco di statue e sculture. Ci si può fermare per una sosta nei giardini della villa e poi tornare indietro su Viale Nilde Iotti, si prende Via della Navicella fino a raggiungere Via di Santo Stefano Rotondo dove si trova la Chiesa di Santo Stefano Rotondo. All'incrocio con Via dei Santi Quattro Coronati e girando a sinistra si arriva all'omonimo monastero. Più avanti girando a destra si raggiunge la Basilica di San Clemente. Dopo aver visitato la chiesa si continua il tour classico di Roma su Via di San Giovanni in Laterano alla fine della quale vi troverete di fronte alla basilica papale di San Giovanni in Laterano. Dopo aver visitato la chiesa, si attraversa Piazza San Giovanni e prendendo Viale Carlo Felice si raggiunge l’ultima tappa dell’itinerario, la Chiesa di Santa Croce in Gerusalemme, una delle chiese Medioevali più suggestive della città.

Chi segue il mio Blog